mercoledì 17 aprile 2013

strilli di battaglia!

L’ho già detto millanta volte che il parto mostruoso del libro si porta dietro altri parti altrettanto mostruosi: le interviste, le recensioni, i ringraziamenti, le presentazioni in pubblico con relative letture. Non vanno dimenticati neppure i commenti in copertina. Di solito in prima e in quarta. Un piccolo suggello alla bestialità stessa del libro. Se si tratta di una autrice di un giallo classico essa sarà senz’altro l’Agatha Christie italiana o straniera. Non c’è dubbio. Se l’investigatrice di turno è una vecchietta arzilla allora trattasi di una Miss Marple reincarnata. Non si scappa. Se l’autore è un maschietto si può scegliere tranquillamente tra un Maigret, un Simenon, un Conan Doyle, un Nero Wolfe e così via.
Non volendosi cimentare in paragoni più o meno pericolosi allora trattasi di un talento indiscutibile, di un nuovo caso editoriale, di una penna trascinante, di un nuovo Re o una nuova Regina. Sempre del giallo inteso in senso generale. I personaggi, poi, sono inevitabilmente scolpiti nel marmo o, a piacere, nella roccia, avessero a cadere in pezzi al solo sguardo del lettore.
Tralasciando il talento, che oggi conta fino ad un certo punto (ma com’è talentuoso il nostro eroe!), spesso si va al sodo. L’autrice o l’autore sono quella/o più venduti al mondo. Milionate di copie, milionate di incassi. Basta e avanza. Altrimenti si passa al religioso. Un vero e proprio miracolo, un dono piovuto dal cielo. Mancano solo le stimmate. A volte spuntano delle promesse tagliente come una lama, da leggersi tutto d’un fiato, non vi farà dormire, vi mozza il fiato che sembrano inquietanti minacce. A volte, invece, arrivano i mezzi più drastici. Riporto pari, pari Lasciate perdere Mary Higgins Clark e compagnia… al suo sesto thriller Carlene Thompson si annuncia ormai come uno dei nuovi maestri del brivido. Alla faccia di Mary Higgings Clark, della modestia e dell’educazione.
Li mortacci!

(un'osservazione satirica made in Fabio Lotti)

12 commenti:

LUIGI BICCO ha detto...

Beh, la fotina del post è spettacolo allo stato puro.

>> Lasciate perdere Mary Higgins Clark...

Che ridere :D
Ma forse ne ho letti di peggiori.

Anonimo ha detto...

Una satiretta su ciò che si ama (in generale) ogni tanto ci sta bene.Anche per renderla meno "sacrale".
Fabio

Eddy M. ha detto...

Bellissima, molto divertente.
Ti sei dimenticato anche "Teso come un thriller, barocco come una cattedrale, violento come il morso di un pitbull" XDXDXD

sartoris ha detto...

@Luigi e Fabio: sui cosiddetti "blurb" e sul loro abuso gira da anni tra gli intellettuali occidentali una feroce polemica che mi sento di condividere e insomma il discorso si fa lungo e articolato, però oggettivamente alcuni casi risultano spesso ridicoli ;-)

@Eddy devo decidermi a mandarteli lassù, 'sti benedetti sicari salentini, per chiudere la partita una volta per tutte :-)

Pimpi ha detto...

Eddy...sono con te! Ti aiuto io con i salentini....;)

sartoris ha detto...

@Pimpi: anche tu, ricordati che Padova è piena di meridionali, gente che sa dove parcheggi la macchina e che ci mette un secondo a rigarti la fiancata ;-)

Anonimo ha detto...

Sul mondo che gira intorno al libro ho scritto una quindicina di satirette come questa. Prima o poi le riprendo, le aggiorno e ci facciamo due sorrisi insieme. Tra una cosa seria e l'altra, diamine!... :-)
Fabio

Eddy M. ha detto...

@Fabio: Grande!

@Omar: manda, manda, che io e pimpi (da buoni veneti, se ho capito bene) li accogliamo volentieri... ihih

Allora? Arriva sto film? E il nuovo romanzo? Secondo me stai vivendo di rendita delle sei miliardi di copie vendute della trilogia... ;)

sartoris ha detto...

Eddy con la casa editrice abbiamo forse deciso di pubblicare prima una raccolta di racconti (tra l'altro, mooolto belli, giurin giuretta!)

Per il film siamo lì lì: martedì la produzione scende in Puglia - il problema è che il Ministero dei Beni Culturali ha "congelato" tutti i finanziamenti e se non si sblocca il governo (ma si sbloccherà?) qui rischiamo di finire col culo a terra. Comunque stiamo trovando fondi alternativi, ché nel cinema, grazia e Dio, ancora qualcuno che ci crede esiste!!! Stay tuned

Annalisa ha detto...

Ah, come mi piace questa osservazione :-)
Sembra quasi adatta anche ai blog letterari dove gli autori, gli amici degli autori, i frequentatori e i criticatori sono tutti (indistintamente) meglio di Dante, Manzoni e Omardimonopoli.

(evviva, i racconti)

Anonimo ha detto...

Un appello. Mi piacerebbe che questa banda di mascalzoni che girano attorno a Omar facesse parte delle personali letture al gabinetto. Perciò chi ha voglia butti giù due righe (anche dieci, via) su un qualsiasi libro che lo ha colpito e me le spedisca (la mail chiedetela al capo). Intanto un grazie a chi collabora. Fatemi sapere.
Fabio

Anonimo ha detto...

Scusatemi, davo per scontata la rubrica che è qui http://theblogaroundthecorner.it/category/ospiti/letture-al-gabinetto/
Tanto per avere un'idea di dove potete cascare...
Fabio